home page

Calabria

Voto: N/A
Numero voti: 0

attendere

registrati o accedi per votare

Utente: moscar

Prevsioni di Trading per la Settimana 01/06 - 05/06

Dollaro debole sull’euro nella seconda parte della settimana
Il dollaro aveva iniziato bene la settimana sull’euro, con la coppia EUR/USD scesa da 1,1016 a 1,0830 tra lunedì e mercoledì mattina. In seguito tuttavia, il biglietto verde ha iniziato una fase di debolezza fino alla chiusura a 1,0985, vicino ai valori di inizio settimana e bruciando quanto guadagnato sulla valuta unica europea. La salita dell’euro soprattutto nella giornata di venerdì è dovuta ai dati presentati sulle vendite al dettaglio in Germania nel mese di aprile, che hanno mostrato un aumento dell’1,7%, rispetto alle previsioni dello 0,8%. Tuttavia ci schieriamo con gli analisti che prevedono la continuazione del trend rialzista del dollaro, in particolare a causa delle dichiarazioni dei creditori della Grecia, secondo i quali l’accordo con Atene rimane ancora lontano, al contrario della Grecia che dà per imminente l’intesa. In sostanza la situazione ellenica fa sì che l’euro sia destinato a rimanere sotto pressione.
Non rinunciare a seguire i movimenti delle valute e materie prime tramite broker solidi e affidabili
USD/JPY ai massimi di 13 anni
Se il dollaro si è indebolito sul’euro, lo stesso non si può dire della coppia USD/JPY. Partite da 121,50, la scorsa settimana le quotazioni hanno toccato i massimi di 13 anni a 124,47 dopo i dati nipponici misti, mentre la richiesta del biglietto verde resta supportata dalle aspettative di un aumento dei tassi d’interesse statunitensi nel corso dell’anno. Anche l’euro è cresciuto sullo yen giapponese: la coppia EUR/JPY è passata da 133,86 a 136,32.
GBP/USD in calo
La sterlina inglese è scesa sul dollaro, con la coppia GBP/USD passata da 1,5489 a 1,5286, vicino ai minimi di 3 settimane. Anche qui la richiesta del biglietto verde resta incentivata dalle speranze di un aumento dei tassi USA. La sterlina invece resta sotto pressione in seguito alla pubblicazione della seconda stima dell’Ufficio nazionale britannico sul prodotto interno lordo, che ha confermato una crescita nel primo trimestre dello 0,3% a fronte delle previsioni che parlavano invece dello 0,4%. La sterlina ha perso anche contro l’euro, con la coppia EUR/GBP passata da 0,7110 a 0,7184.
CHF stabile contro EUR e USD
Il franco svizzero ha mostrato stabilità nei confronti del dollaro e dell’euro. La coppia CHF/USD ha iniziato la settimana a 0,9431 per finire a 0.9399. Dal suo canto suo, la coppia EUR/CHF si mantiene piuttosto bassa ed è passata da 1.0390 a 1,0323, facendo registrare una leggera perdita.
Petrolio, impennata in chiusura
I futures sul greggio hanno subito un’impennata soprattutto nell’ultima giornata di contrattazioni, quella di venerdì, staccandosi dai minimi di un mese dopo che i dati hanno mostrato un calo maggiore del previsto delle scorte statunitensi la scorsa settimana. partita da 59,88 USD al barile, la quotazione dell’oro nero ha continuato a calare fino a giovedì raggiungendo i 56,60 USD per poi impennarsi, soprattutto nella giornata di venerdì, fino a 60,47 USD.
Ci sono truffe in agguato per quanto riguarda le opzioni binarie e il forex – state lontani da broker fasulli
Oro in perdita ad inizio settimana
L’oro ha subito una netta flessione nelle giornate di martedì e mercoledì. Il metallo giallo aveva iniziato la settimana a 1’205 USD/Oz. ed aveva raggiunto i 1’207 USD, per poi scendere bruscamente a 1’186 USD/Oz, e proseguire stabilmente per tutto il resto della settimana fino alla chiusura a 1’189,80.
Consigli di trading
L’analisi settimanale indica le tendenze seguenti:
EUR/USD: tendenza sell fino a 1,07
USD/JPY: tendenza buy fino a 126
EUR/CHF: tendenza buy fino a 1,05
GBP/USD: tendenza sell fino a 1,51
Petrolio: tendenza sell fino a 58 USD
Oro: tendenza buy fino a 1’220

nome utente

password

registrati

hai dimenticato la password?